Articoli

Progetti ed eventi in tempo reale

19 Aprile 2016

Redazione Bou-Tek

Banche, attività di tipo finanziario in generale e telecomunicazioni sono senz’altro le imprese più intraprendenti e “avanti” nell’adozione delle nuove tecnologie informatiche.

Tuttavia, a livello internazionale, anche nel mondo della Sanità, nella vendita al dettaglio e in qualche altro settore si avverte un generale fermento e si va sempre più rafforzando l’attenzione verso le ultime frontiere della digitalizzazione, a cominciare dal cognitive computing e dalle opportunità che questo offre in termini di miglioramento della customer experience e dei processi aziendali.

In campo retail, in particolare, l’adozione di sistemi cognitivi coincide con la possibilità di “confezionare” esperienze d’acquisto sempre più personalizzate e coinvolgenti.

Secondo i dati riportati nella ricerca «Thinking like a customer – Your cognitive future in the retail industry», firmata dall’IBM Institute for Business Value e sostanziata da un’approfondita indagine condotta in tutto il mondo tra i decision maker di più di 100 brand,

i retailer più influenti a livello globale sarebbero già pronti ad abbracciare la tecnologia cognitiva in modo “olistico”

e a ridefinire così il futuro di questo settore: prossimamente, infatti, le soluzioni di cognitive computing saranno sempre più determinanti per il business di queste aziende, per la loro relazione con i clienti e per un sostanziale e progressivo arricchimento delle esperienze “in-store”.

I sistemi cognitivi aiuteranno le aziende anche nel management della catena di distribuzione e del magazzino,

migliorando l’efficienza delle operazioni e velocizzandone la gestione, e influiranno sulla capacità di reagire a eventuali rischi e tentativi di frode, incidendo positivamente anche sulla fiducia da parte dei consumatori.

In poche parole, secondo le proiezioni attuali, potranno ridisegnare completamente la fisionomia di questo comparto.

Scopri come approfondire questi temi con Bou-Tek
Scarica la brochure

Il Cognitive Computing

I sistemi di cognitivi rappresentano il punto più alto raggiunto nel campo dell’intelligenza “artificiale”, l’intelligenza delle macchine;

sono in grado di apprendere e di integrare informazioni strutturate con informazioni non strutturate, provenienti dalle fonti più diverse, per generare conoscenza;

comprendono il linguaggio naturale e quindi interagiscono più naturalmente con gli essere umani;

sono in grado di assimilare il sapere dei maggiori esperti nelle più diverse discipline per rendere più facile e rapido l’apprendimento dello stesso know-how da parte di altri;

utilizzano logiche di problem solving simili a quelle utilizzate dall’uomo e a fronte di a una straordinaria quantità ed eterogeneità di informazioni e variabili forniscono ai professionisti umani elementi significativi per prendere decisioni;

valorizzano quindi l’abbondante disponibilità di Dati digitali, per una migliore comprensione del mercato e delle dinamiche del comportamenti dei clienti e per l’identificazione o il perfezionamento dei modelli di business.